posa della resina posa della resina

POSA DELLA RESINA IN CANTIERE

POSA DELLA RESINA: COSA FARE, COME E CHE STRUMENTI UTILIZZARE.

Quando si fa un sopralluogo in un cantiere potenzialmente adatto al rivestimento in resina è importante:

-  verificare l'umidità residua sui supporti con uno strumento specifico, l'ingrometro elettronico. Non deve superare il10/12% massimo, se tale risulta maggiore è necessario realizzare una barriera al vapore.

posa della resinaIl prodotto ideale per risolvere tale inconveniente è il nostro LPL che va applicato ai vari strati, secondo precise indicazioni insieme a Coretech Net e rasatura con sabbia di quarzo.

- verificare la presenza di calce a muro o anche sottofondo. E' fondamentale avere adesione sul Cemento.

- verificare l'intonaco perché dopo l'intonacatura si è soliti mettere "il fino", è idrato di calce o grassello di calce. Questo tipo di materiale serve per correggere e mantenere in posizione dritta i muri complanari. Deve SEMPRE essere demolito per trovare adesione sull'intonaco.

- Verificare se nell'ambiente da trattare presenta umidità e muffa: i nostri sensi sono eccezionali per capire se l'ambiente presenta tali problematiche. Questo si intuisce immediatamente annusando l'aria, analizzando se nell'ambiente c'è molta luce o se è ombroso, se ci sono ragnatele o insetti morti a terra e se al tatto il muro risulta umido o freddo.

posa della resina

Per risolvere il problema delle muffe biologiche in modo definitivo è necessario utilizzare il nostro prodotto Cores "TeSMUFFO". TeSMUFFO è un prodotto antimuffa, biocida e antimicotico creato nel rispetto della normativa DIN 68800/3. Non rilascia cloro nell'ambiente trattato e non sequestra ossigeno, consentendo una salubre applicazione.

- Verificare la struttura. In presenza di sfondamenti, tagli, crepi, distacchi, segni o massetti si dovrà applicare la nostra rete strutturale VTR D CORTECH NET che servirà a dare continuità e robustezza alle superfici di fondo o verticali.

IMPERMEABILIZZARE CON LA RESINA

Immaginiamoci una grande superficie, talmente grande da farci delle vere e proprie fiere di settore: VERONA FIERE.

1796042_829137097103528_16716637_oLa superficie degli stand di Verona Fiere è realizzata in cemento al quarzo, che come ogni materiale con il tempo si usura e perde le sue potenzialità. Il cemento al quarzo usurato infatti perde la sua impermeabilità, diventa polveroso e poco piacevole esteticamente e difficile da mantenere igienizzato.

La sfida che ci  è stata commissionata era quella di riuscire a rendere nuovamente pulibile, impermeabile e anti polvere una grande superficie, senza dover ricorrere a grosse spese monetarie, con un intervento applicabile anche solo dai propri manutentori.

La soluzione vincente che abbiamo adottato, noi di Cores, si chiama J50.

MOSCOW - NOV 18:Ticket offices at the Kazansky Rail Terminal, Nov 18, 2010, Moscow, Russia. Construction of the modern building according the design of architect Alexey Shchusev started in 1913 and ended in 1940.

Il J50 è un consolidante/ impregnante di superficie,  composto da resine acriliche dure e medio dure in soluzione di solventi, resistenti alla luce e all'invecchiamento. E’ un prodotto di uso generale studiato per il consolidamento di manufatti per la sua eccellente flessibilità e  antistaticità. Respinge la polvere, non produce deformazioni e risulta essere stabile nel tempo. Il materiale è impermeabile al vapore, all'acqua, ai combustibili e lubrificanti ed inoltre presenta una elevata resistenza chimica alle soluzioni basiche, debolmente acide, organiche.

Prima di stendere il J50 è necessario lavare ed asciugare bene il rivestimento in cemento, pulirlo meticolosamente in modo da non avere ostacoli durante la lavorazione.

Il J50 si stende a rullo in due mani e viene assorbito dal cemento per 3-4 millimetri ri- consolidando e rendendo di nuovo impermeabile la pavimentazione.

Il J50 è un prodotto economico, con un basso costo a mq che permette alle grandi superficie di ritornare funzionali, impermeabili, lucide e resistenti senza spendere una fortuna e con un intervento veloce e non invasivo.

 


NWL impermeabilizzazione per piscine NWL impermeabilizzazione per piscine

IMPERMEABILIZZIAMO LE PISCINE CON NWL

NEVER WATER LEAKS (NWL) è l'idea nata nel 2012 grazie alla collaborazione tra Resine Cores srl e EcoGreenPool che consiste nella creazione e ideazione di un rivoluzionario ciclo applicativo definitivamente perfezionato che risolve completamente le numerose problematiche relative ai sistemi di impermeabilizzazione per piscine.

NWL impermeabilizzazione strutturale per piscine Generalmente le piscine, come impermeabilizzate fin'ora, presentano dei problemi per nulla trascurabili:

1- scarsa resistenza ai cedimenti strutturali;

2- scarsa resistenza alle controspinte (infiltrazioni dall'esterno);

3- protocolli di posa estremamente complessi ;

4- lunghi tempi di attesa tra una fase e l'altra della posa che determinano un aumento dei costi.

Ecco come NWL risolve i problemi sopracitati:

NWL impermeabilizzazione strutturale per piscine

ALTISSIMA RESISTENZA AI CEDIMENTI STRUTTURALI

NWL è straordinariamente rigido, al punto di diventare esso stesso strutturale. Le peggiori condizioni di cedimento (spinta naturale) non gravano oltre il 50% delle capacità fisico-meccaniche del sistema.

PROTOCOLLO DI POSA SEMPLICE E VELOCE

L'intero ciclo di impermeabilizzazione su una vasca da 100 mq di superficie effettiva in cemento, inizia e si conclude nel'arco di 3 giornate di lavoro di 2 operatori. Il tempo di attesa prima di poter rivestire è di 48 ore, per qualsiasi tipo di finitura.

ABBIAMO PROVATO I NOSTRI MATERIALI "SUL CAMPO"

Basarsi solo sugli studi di laboratorio per testare i materiali è insufficiente per poter dare garanzie sulle vere caratteristiche di queste speciali applicazioni. NWL nasce dalla volontà di spingere al limite i prodotti del ciclo, sottoponendo i materiali che lo compongono a stress che superano anche di 100 volte le correnti normative vigenti. Provare sul campo è l'unico modo per dare garanzie certe. Il ciclo applicativo NWL è stato testato con successo in diverse strutture e applicazioni.

IL COSTO DI PRODUZIONE E' CONTENUTO

Il costo di produzione dei vari elementi che compongono il ciclo NWL è contenuto;  tale fattore può consentire un buon margine di guadagno permettendo di proporre il ciclo in posa a tutti i costruttori di piscine e ai posatori di tutte le tecnologie di finitura.

NWL diventa la soluzione ai problemi delle piscine fin'ora impermeabilizzate e la migliore alternativa per avere una piscina esteticamente perfetta quanto resistente.

Il ciclo NWL è distribuito e applicato in esclusiva da EcoGreenPool.