IMPERMEABILIZZARE UN MARMO? SI PUO’!

L'avete mai vista una piscina realizzata in marmo verde del Guatemala?

Tempo fa c'è stato commissionato un lavoro in una piscina a Saint Moritz, ricoperta di un bellissimo marmo verde del Guatemala che però, a causa della clorazione, si stava ingiallendo e rovinando in brevissimo tempo.

rivestimento da piscinaIl marmo infatti non è un materiale adatto al rivestimento di una piscina in quanto soffre il contatto con agenti chimici aggressivi come il cloro e gli additivi che correggono il ph di una piscina; per questo motivo è preferibile rivestire le pareti con delle piastrelle vetrochinate ovvero rivestite di vetro in superficie.

Un'altra alternativa è il rivestimento della piscina in resina, grazie al nostro rivoluzionario ciclo applicativo NWL (NEVER WATER LEAKS ), frutto della collaborazione con Ecogreen Pool che risolve completamente le numerose problematiche relative ai sistemi di impermeabilizzazione per piscine naturali.

Per impermeabilizzare la piscina è stato utilizzato uno dei nostri prodotti di punta: l'URETAN NResito di uno studio approfondito sulla corrosione basica ed acida e sulle doti di impermeabilità di una poliuretanica immersa in acqua.

L'URETAN NR è una resina poliuretanica per finiture protettive finali anche a forno per nautica, automobili ed è anche un buon antigraffio finale per pavimentazioni artistiche civili.

^35449F49A00531E17672730ED999E2E8010F04A351EC41D327^pimgpsh_fullsize_distrE' una resina trasparente iningiallente applicabile in spessore sottile a spruzzo, a rullo o a pennello su supporti che necessitano di particolari protezioni all'ambiente esterno, marittimo o se sottoposti ad ingerenza chimica, previa carteggiatura. E' completamente stabile alla luce e colorabile.

L'indurimento avviene per reazione di poliaddizione a freddo, senza fenomeni di ritiro e può essere accelerato.

Il materiale è completamente impermeabile all'acqua, al vapore, agli idrocarburi ed agli oli con uno spessore di 400 µ.

L'URETAN NR  è un prodotto multiuso che viene impiegato anche per:

-  skincoat su stampati a freddo senza ritiro, flessibilizzati;

- finiture su laminazioni in vetroresina;

- nautica di pregio;

- rivestimenti artistici anticorrosivi su ambienti pubblici;

- parti finite di velivoli storici;

- scocche laminate e accessori per vetture;

- rivestimenti a solventi ma con elevata percentuale di secco;

- protezione di manufatti artistici in esterno.

 

RESINA+FANTASIA : IDEE DI STAMPO CREATIVO

Una delle caratteristiche meravigliose delle resine è la sua versatilità, infatti si possono creare o decorare gli elementi più svariati con la resina.

Per fare ciò è necessario della buona resina, la nostra OCEAN EPOXYCRISTAL e un pizzico di fantasia.

E proprio grazie a queste due componenti è nato il progetto di Fulvio Salamone, proprietario dell'azienda IDEE DI STAMPO CREATIVO che ormai da 3 anni realizza creazioni di vario genere.

Alla sua fidanzata Elisa, modellista, servivano dei bottoni particolari e così per realizzarli si rivolsero alla Cores . Da quel momento la creatività ha preso il sopravvento e una sera giocando con la figlia una goccia di resina cadde sul tavolo, accendendo in loro una lampadina.
Così decisero di creare orecchini con sabbia e resina, belli e facili da indossare.

Dopo il grande suc12625655_10205752294794847_253424643_ncesso degli orecchini passarono a creare dei bracciali rigidi con all'interno dei fiori secchi, pietruzze, chicchi di caffè, o qualsiasi elemento di piccole dimensioni inglobabile all'interno della resina epossidica.

I bracciali sono molto belli, versatili, si possono abbinare con qualsiasi out-fit e in qualsiasi occasioni.

Fulvio Salomone ha deciso di ampliare la sua produzione anche all'home design creando con la stessa tecnica dei quadrati di resina" simil mattonelle" che trasforma in lampade da parete e molto altro.

Questi quadrati possono essere utilizzati come lampade, come copertura per superficie di tavoli, come quadretti decorativi per

12576280_10205752265594117_2038026200_nle pareti o come il cliente decide di integrarli nell'ambiente.

E' un prodotto che non ha regole precise di utilizzo, sta alla fantasia dell'acquirente decidere in che modo renderlo un complemento di design.

E' un prodotto versatile e "di stampo creativo"!!

RESINE IN SICUREZZA

Ecco alcuni punti da rispettare per utilizzare in sicurezza e i modo adeguato i prodotti epossidici e poliuretanici.

sicurezza resineI prodotti Cores spesso riportano in etichetta i simboli di rischio, di pericolo e le precauzioni da prendere prima e durante l'utilizzo. Il materiale contenuto all'interno delle confezioni può essere nocivo, corrosivo, irritante, tossico , infiammabile se non utilizzato nel modo adeguato.

Ecco alcune regole base da mettere in pratica e rispettare:

1- Utilizzando certe sostanze è possibile sviluppare qualche allergia ovvero un'alterata reattività dell'organismo alla "sostanza" con cui quest'ultimo entra in contatto. Se si ha una reazione allergica è fondamentale ricorrere a delle cure mediche per non rischiare di aggravare il disturbo e rinunciare all'uso di questi prodotti.

2- L'ambiente di lavoro, nell'uso di queste sostanze, deve essere ben ventilato per non rischiare di avere un'aria troppo impregnata da sostanze volatili.  Per tale motivo è consigliabile proteggersi con una maschera respiratoria  ai carboni attivi per evitare di inalare vapori, solventi o polveri pericolose. Durante la lavorazione è consigliabile indossare abiti comodi e di materiali resistenti, proteggersi le mani con guanti monouso o resistenti ai solventi che vanno solitamente cambiati ogni 15 minuti.

3- In caso di accidentale contatto con gli occhi o le mani lavarsi entrambi con abbondante acqua corrente e, se necessario, rivolgersi a medico muniti dell'etichetta della confezione.

4- Non mangiare e non fumare nel luogo di lavoro durante l'utilizzo di questi prodotti e prima di andare alla toilette lavarsi bene le mani.

Adesso siete pronti per mettervi all'opera, consapevoli delle precauzioni e dei rischi nell'utilizzo di certe sostanze.  Buon Lavoro!!

 

resine cores per pareti

RESINE CORES PER PARETI

Scegliere il tipo di rivestimento per le pareti della propria casa è sempre una decisione delicata e difficile in quanto caratterizzerà per lungo tempo la nostra abitazione e lo stile che vogliamo darle.

La resina è una tipologia di rivestimento originale che dà all'ambiente domestico un tocco di unicità e particolarità. Grazie a questo materiale si possono ottenere pareti con una superficie liscia, pratica nella sua realizzazione e facile da pulire, risultando piacevole e intonandosi perfettamente con l'arredamento dei nostri ambienti.

resine cores per pareti La posa di un rivestimento in resina viene realizzata in varie fasi che tra loro si distanziano di circa 24 ore, in quanto è fondamentale che i vari strati si asciughino e si fissino adeguatamente.

Come primo step è necessario applicare un primer alla parete, solitamente l'EPOXYRESIN LPL, per rinforzare il supporto di fondo e nello stesso tempo per aiutare gli strati successivi ad aggrapparvisi meglio.

Come secondo passaggio bisogna stendere una pasta poliuretanica colorata in più strati con il PUSTUK SA, che, una volta asciugato, verrà carteggiato e levigato; in seguito si applica la colorazione e si termina con la stesura di una resina trasparente , il PU-COR NG, che conferirà una finitura lucida, opaca o satinata.

La particolarità della resina è che, nel momento dell'applicazione di PU-STUK SA, è possibile decidere un'infinità di combinazioni di tinte, di cromie, di effetti e tecniche di finitura.

E' possibile optare per una decorazione spatolata o nuvolata, con degli effetti sfumati, oppure realizzare sulla superficie disegni di qualsiasi genere, da quelli geometrici a quelli più fantasiosi.  Si possono creare opere pittoriche simili a quadri o arazzi, piccoli motivi per rallegrare anche la stanza di un bambino. Se desideriamo una parete in stile glamour vi si può incorporare al suo interno dei brillantini, pailettes, pagliuzze d'oro, è possibile anche inserire delle fibre ottiche per realizzare come-scegliere-la-resina-per-pareti_21df54100a559783a9e5b348e9e68e11sulle pareti originali effetti luminosi.

Le pareti in resina possono rivestire anche la stanza del bagno in quanto, oltre le altre caratteristiche già citate, presenta un’ottima impermeabilità. Inoltre la mancanza di fughe permettere un'estrema facilità di pulizia e igiene, ragioni per le quali questo materiale è apprezzato anche in cucina.

 

tubo e resina epossidica

RIPARARE UN TUBO CON LA RESINA

Vi siete accorti che il tubo del vostro lavandino perde e il vostro idraulico è in ferie? non sapete chi chiamare: urge una soluzione temporanea. Ed ecco che con la resina epossidica è possibile tamponare il problema fino al momento in cui interverrà il vostro idraulico.

tubo e resina epossidica

L'occorrente necessario è:

  • resina epossidica bicomponente
  • stracci
  • carta abrasiva
  • trementina
  • guanti da lavoro

 

Lo stucco plastico in resina indurente bicomponente è l'ideale per fare riparazioni d'emergenza.

Per utilizzarlo vanno mescolate e impastate le due componenti con le mani, fino ad ottenere una colorazione uniforme. Questo stucco è praticamente come un mastice: indurisce in modo rapido e serve per tappare fori, perdite e crepe. Viene utilizzato per riparare le barche, le piscine e i radiatori.

Per riparare il nostro tubo è necessario andare a chiudere il rubinetto principale: è fondamentale operare sul tubo senza la pressione esercitata dal passaggio dell'acqua.

Perché lo stucco aderisca perfettamente è essenziale asciugare il tubo. Pulire bene la parte dove si interviene, per togliere  gli eventuali residui di ruggine o le incrostazioni di calcare con della carta abrasiva. Se il tubo da riparare è in metallo è possibile utilizzare un vecchio straccio imbevuto di trementina.

Adesso si può procedere alla riparazione con la resina epossidica a 2 componenti, leggendo attentamente le istruzioni nelle etichette.

Si applica l'impasto ottenuto sul foro o il crepo da riparare, premendo in modo da farlo aderire perfettamente. Se rimane dello stucco in eccesso, bisogna provvedere a lisciarlo con le mani.

Una volta completata l'operazione lavatevi accuratamente le mani e lasciate indurire l'impasto, per il tempo indicato nelle istruzioni (1 ora almeno), prima di ridare acqua alle tubature. Se avete particolari problemi di sensibilità cutanea vi consigliamo di utilizzare dei guanti in lattice per non andare incontro a spiacevoli irritazioni.