NATALE CON LA RESINA EPOSSIDICA

Il Natale è alle porte e è tempo di pensare cosa regalare ad amici e parenti!

Perché non fare un pensiero originale ed unico?!

Ecco cosa vi serve:

  • resina bicomponente
  • sacca da pasticceria
  • pigmenti e foglia oro
  • stampo in silicone
  • TANTA FANTASIA

Come prima cosa ti serve la resina epossidica e per questo ci siamo noi di Cores. Nel nostro sito e-commerce puoi trovare la resina che più fa al caso tuo!!

resina epossidica natale Le resine epossidiche sono formate da due componenti che devono essere mescolati, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.

Una delle decorazioni più semplice ma di grande impatto, da un punto di vista visivo,  sono i ghirigori.

Farli risulta un'operazione molto semplice: basta mettere la resina all'interno di una sacca da pasticceria (sac à poche), di quelle usa e getta, creando tutte le decorazioni che si desidera.

Si possono fare decorazioni e ghirigori con resine di colori diversi, abbinandoli o mescolandoli a seconda dell'effetto che si vuole ottenere.

Se si applicano i ghirigori direttamente su oggetti in cartone la resina non avrà problemi di adesione, mentre se si vogliono utilizzare altri materiali è consigliabile fare le decorazioni su di un foglio di acetato, poi staccarle e incollarle.

Si possono creare anche ciondoli, decorazioni per l'albero di natale, palline e ghirlande natalizie.

Quello che ti serve è uno stampo in silicone, facilmente acquistabile in negozi specializzati  o realizzabili con il nostro prodotto CORESIL 35 e la nostra resina EPOXYCRISTAL NG.

resina epossidica natale Grazie all'aggiunta di particolari pigmenti potrai dare alla tua creazione il colore che preferisci.

All'interno dello stampo in resina puoi decidere di inglobarvi dei glitter, delle piccole pietre, dei fiori secchi, delle foglie d'oro di piccole dimensioni in modo da rendere la tua creazione unica e originale.

 

In questo modo si possono ottenere effetti tridimensionali, prodotti inimitabili ottimi come regalini di Natale.

Che cosa stai aspettando???

 

 

 

 

LE CARATTERISTICHE DELLE RESINE

- ASPETTO MONOLITICO

Il pavimento in resina è senza giunti e fughe, conferendogli un aspetto monolitico che dà l'illusione di un ambiente più grande e di più facile pulizia. Infatti il pavimento in resina viene considerato "il più pulito", in termine tecnico viene detto "decontaminabile".

RAL7044 e Polvere Bronzo

RAL7044 e Polvere Bronzo

- COLORE DELLA RESINA

Le resine Cores possono essere dei più svariati colori, a seconda delle esigenze del cliente e dell'effetto finale che si desidera ottenere, rimanendo al passo con le tendenze e le esigenze architettoniche di design sia di tipo classico che moderno.

- RESINE A BASSO SPESSORE 

Con le resine Cores si realizzano sempre pavimenti a spessori contenuti, ad esempio se si ha il problema dell'altezza porta-pavimento,  a partire da 2 mm.

- SOVRAPPOSIZIONE

Le nostre resine possono essere applicate su tutte le tipologie di pavimenti, anche in legno,  e con diversi spessori da un minimo di 0,1 mm a un massimo di 10 mm. In questo modo è possibile risparmiare ed evitare la demolizione e la rimozione del pavimento da ricoprire.

- RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DELLA RESINA

La resina può essere riparata dagli eventuali danni causati dall'usura, dalla caduta di oggetti pesanti, dal passaggio di grossi macchinari etc. . Inoltre è possibile rilucidare il pavimento, se diventato opaco, con interventi a costo contenuto e veloci nello svolgimento.

- PAVIMENTI RISCALDATI 

I pavimenti in resina sono idonei per la realizzazioni di pavimenti riscaldati grazie alle loro caratteristiche di elasticità e trasmittanza termica.

- ATOSSICITA', PULIZIA ED IGIENE DELLA RESINA

La resina una volta lavorata, posata ed asciugata è totalmente atossica. I pavimenti in resina ,avendo un aspetto monolitico, quindi privo di fughe, risultano estremamente facili e comodi da pulire, garantendo un elevato standard igienico.

 

MANUTENZIONE RESINA: COME SI FA!

I pavimenti in resina sono pratici, hanno uno spessore ridotto, sono atossici e possono venire sovrapposto a coperture preesistenti.

Se anche voi avete un pavimento in resina, ecco alcune LINEE GUIDA per fare una corretta manutenzione dello stesso.

E' necessario avere a portata di mano:

manutenzione resina

  • Panno in microfibra;
  • Acqua;
  • Prodotti specifici non aggressivi;
  • Cera protettiva.

Sono necessari piccoli e semplici accorgimenti per conservare al meglio le qualità del pavimento ossia il colore e la lucentezza.

E' buona regola tenere i contatti con la ditta fornitrice e con l'impresa che ha messo in posa il rivestimento in resina,  in quanto la manutenzione comprende una pulizia accurata, segnalata dalle linee guida del produttore, e piccoli interventi di riparazione/manutenzione  che non è possibile eseguire "fai da te".

L'intervento di una certa importanza sarà da eseguire dopo 10-15 anni dalla posa: il pavimento viene carteggiato, eliminando così lo strato più superficiale e i relativi segni di usura e opacità. Questo tipo di intervento lo potrà fare, naturalmente, solo una ditta specializzata, vagliando il preventivo migliore. Il lavoro richiede, in ogni caso, mezza -massimo una giornata.

p-574-315_13.jpgLa pulizia si dovrebbe effettuare con detergenti atossici e biodegradabili, che rispettino le norme ambientali, emulsionanti per rimuovere lo sporco, il grasso e le macchie più resistenti. Solitamente per pulire la superficie si utilizza un panno imbevuto di liquido emulsionante,  mentre per le incrostazione ostiche si utilizza un nebulizzatore direttamente sulle macchie, lasciandolo agire qualche minuto e poi risciacquando.

Per un lavaggio veloce è sufficiente utilizzare anche solo acqua e un panno in micro-fibra per rimuovere polveri  e/o macchie di poco conto.

Come trattamento finale si passa uno strato di cera protettiva, in grado di conferire lucentezza al nostro pavimento. E' importantissimo non utilizzare prodotti con formule troppo aggressive o con additivi  abrasivi.

Assolutamente da evitare sostanze quali la soda, cloro e ammoniaca (no Cillit Bang, Chanteclaire, Vetril etc..).

 

 

 

 

 

 

resina poliuretanica resina poliuretanica

RESINA POLIURETANICA: COS’E’ E DOVE SI USA??

Che cos'è la resina poliuretanica?

Il Poliuretano è un materiale sintetico che trova largo uso in differenti aspetti della nostra vita.

Molti di noi, forse, non sono a conoscenza del fatto che, ad esempio,  le suole delle scarpe sono in poliuretano in forma elastica. Il poliuretano inoltre può venire utilizzato sotto forma di schiuma, nel settore edile, per realizzare isolamenti termici.

Dove viene impiegata le resina poliuretanica, nel settore dei pavimenti ?!

resina poliuretanica La resina poliuretanica è impiegata in ambito industriale e civile per le sue caratteristiche di flessibilità e resistenza.

Viene utilizzata per i pavimenti industriali, civili e per la finitura di pavimentazione in parquet.

Le finiture delle pavimentazioni in legno in resina con prodotti vernicianti a base di resina poliuretanica, soprattutto nell'ultimo periodo, hanno avuto grande diffusione.

Le resine poliuretaniche hanno il vantaggio di non avere l'odore del solvente in quanto sono prodotti, che dopo continue ricerche, hanno portato all'eliminazione dei solventi e allo sviluppo di prodotti all'acqua.

Cores Resine ha 2 linee di resine poliuretaniche : a base solvente e a base acqua.

Le base solvente possiedono il caratteristico odore delle vernici, mentre le base d'acqua sono inodore. Entrambe le qualità sono pericolose in egual misura, al contrario di quello che si potrebbe pensare.

Le base solvente presentano una qualità maggiore dal punto di vista meccanico rispetto alla base acqua; è proprio per questo motivo che si  continuano ad usare i solventi, nonostante le leggi sulla sicurezza ne abbiano limitato di molto l'utilizzo.

Le base solvente sono:

resina poliuretanica URETAN NG: finitura trasparente iningiallente antigraffio (è la cara finitura lucida brillante delle Ns. supercar)

URETAN NGW: di pari caratteristiche di NG ma colorata RAL, spesso usata in nautica per tutte le parti degli scafi che sono esposte ai raggi UV

URETAN WP: come NGW ma opaca. Qualità antigraffio ancora più spiccate.

URETAN NR: nuova tecnologia delle vernici poliuretaniche trasparenti non ingiallenti, a differenza di URETAN NG, riesce a conferire uno spessore applicato più alto (circa 3 volte tanto), consentendo la riduzione dei tempi di lavoro o la formazione del piacevole effetto lente simile ai motoscafi RIVA e BOSCH.

URETAN NRW: versione colorata di NR di pari caratteristiche.

URETAN RE: una rara resina poliuretanica da colata. Offre caratteristiche di trasparenza, limpidezza e zero ingiallimento, uniche. Tuttavia, per ottenere queste eccelse caratteristiche va maneggiata da personale attrezzato ed esperto.

Le poliuretaniche base acqua sono:

PUCOR NG: attualmente l’unica versione poliuretanica base acqua che abbia realmente ricalcato le caratteristiche delle “vecchie” cara poliuretaniche base solvente. Come per URETAN NG è una finitura trasparente, antigraffio a zero ingiallimento.

PUCOR NGW: versione colorata di PU-COR NG

PUCOR WP: versione opaca caricata a microsfere temperate per rivestimenti antigraffio industriali

Per saperne di più è possibile CONTATTACI QUI 

 

 

ILLUMINARE CON LA RESINA FOSFORESCENTE !!

Le resine epossidiche sono particolarmente indicate per essere utilizzate anche nel settore nautico, in quanto richiede formulati con un ottima resistenza chimica e ai raggi UV, ottima bagnabilità delle fibre che si impregnano come fibra di carbonio,  tessuti di vetro, kevlar e capacità antiosmotiche.

NEMOTO mogentale 013xx

Un progetto particolare è stato commissionato a Cores  da un nostro affezionato cliente: quello di rendere fosforescenti (fotoluminescenti) i nodi del legno. L'effetto è davvero sorprendente!!!

Si può dare un tocco di romanticismo al ponte o alla dinette del vostro yacht, una sorta di cielo stellato riflesso sulle doghe del legno.

NEMOTO mogentale 012xx

 

Tale effetto si può ottenere su qualsiasi superficie interessata, rendendola luminosa al buio conferendole un effetto di fotoluminescenza.

Si possono scegliere le seguenti tonalità: blu, verde, giallo, arancione e viola.

RESINE CORES PER LE STANZE DEL SALE

Le stanze del sale sono degli ambienti realizzati per favorire i benefici che derivano dagli ioni attivi del sale marino contenuti all'interno della struttura, la cosiddetta Haloterapia.

F.4.Epoxycristal-NG-resina-epossidica-per-stanze-del-sale-1Le stanze del sale vengono "prescritte" principalmente a chi è affetto da problemi respiratori, problemi circolatori, ipertensione arteriosa; malattie alle pelle, allergie e stress.

Solitamente le stanze di sale sono create in polistirene espanso autoestinguente ad alta densità rivestito con il nostro EpoxyStuk di colore bianco, il quale viene spatolato direttamente sul fondo da rivestire.

Sullo stucco fresco si getta il sale in modo da farlo aderire ed infine si applica a spruzzo una velo di EpoxyCristal NG, diluita in modo da far brillare il sale e rimuovendo la polvere di superficie caratteristica del prodotto.

Il sale viene applicato sulle pareti, sul soffitto e sparso per diversi centimetri e sul pavimento rendendo la stanza completamente candida, grazie ad un micronizzatore di sale che ne disperde le particelle in aria.  La stanza del sale può venire personalizzata a piacimento: si può scegliere di illuminarla con la cromoterapia e rendere  più piacevole il trattamento tramite la musicoterapia.

Le resine impiegate sono inodori ed in possesso di dichiarazione per il contatto alimentare.

Il sale è completamente naturale e salutare, basti pensare ai benefici che si traggono stando in riva al mare. All'interno della stanza di sale vengono amplificati tali benefici grazie alla creazione di un microclima protetto, con la presenza di ioni di iodio in concentrazioni superiori a quelle normalmente presenti nell'aria che respiriamo e di altri oligoelementi presenti nel sale marino integrale.

 

 

 

 

TAVOLO PIANO IN RESINA?SI FA COSI!

La resina è un materiale che può essere decorato e personalizzato a proprio piacimento, e che può dare originalità e stile a qualsiasi ambiente.

Cores essendo produttrice di resine epossidiche, poteva farsi mancare un tavolo con il piano personalizzato in resina?? Certo che no!!

piano in resina Abbiamo voluto decorare il nostro tavolo con i colori rappresentanti il marchio Cores cioè il rosso e il bianco.

Per fare questo la nostra bravissima Alice, laureata in Tecnologie per la conservazione ed il restauro, ha seguito questo preciso procedimento:

1- come primo passaggio una mano di primer EpoxyResin LPL a rullo, direttamente sul fondo in legno grezzo per primerizzarlo;

2- Ancor 400 WP grigio chiaro applicato per colata di 2 mm con il quale è stato creato il fondo grigio RAL 7035;

3- Ancor 400 WP rosso RAL 3005 applicato per colata, quando il primo passaggio aveva raggiunto il punto di gel.

4- come ultimo passaggio una colata di Uretan RE per ricoprire il tutto e far si che il piano d'appoggio sia perfettamente liscio al tatto, creando un vero "effetto specchio".

L'effetto ottenuto è molto particolare e può essere personalizzato a piacere. Si possono utilizzare colori diversi e effetti del tipo che si preferisce.

Si possono inglobare all'interno piccole pietrine, conchigliette, glitter, fotografie, stampe di disegni etc..

Un tavolo con il piano superiore ricoperto in resina è l'ideale per dare originalità al proprio ufficio, al bancone di un bar, al proprio negozio o alla propria sala da pranzo.

 

PRO E CONTRO DEL PAVIMENTO IN RESINA

I PRO del pavimento in resina:

1- Il pavimento in resina si presenta senza giunti o fughe che limitano l'uniformità della superficie.

2- I pavimenti in resina resistono a lungo alle sollecitazioni sia chimiche che fisiche, prolungando nel tempo la vita del pavimento stesso.

Home Mono grigio luce3- Lo spessore medio è di circa 3mm, in grado di evitare di dover operare su porte e portefinestre in fase di ristrutturazione. Il basso spessore e l'alta conducibilità termica inoltre garantiscono piena compatibilità con la presenza di sistemi radianti a pavimento; la sua elasticità non genera fessurazioni a causa degli sbalzi termici del riscaldamento.

4- La superficie monolitica risulta impermeabile, senza fughe, senza fessure avendo quindi una maggiore rapidità nella pulizia e un igiene superiore rispetto ad ogni altra superficie disponibile (ottime protezione contro muffe, umidità e agenti batterici).

5- Le resine, applicate correttamente, sono inodori, atossiche e non presentano emissioni nocive (rispondendo alle più elevate esigenze di legge in caso di contatti con alimenti).

6- I pavimenti in resina non richiedono prodotti particolari per essere puliti in quanto non assorbono agenti esterni, essendo impermeabili.

I CONTRO del pavimento in resina :

1- Il pavimento in resina non è indistruttibile ma è resistente, supporta carichi elevatissimi e non si macchia ma, come ogni pavimento, è soggetta ad usura.

2- I maggiori dubbi nell'acquistare sono per l'uso pratico, infatti il pavimento in resina va vissuto come un altro pavimento normale ma avendo il vantaggio di essere impermeabile ed esteticamente unico. L'invecchiamento generato da graffi, abrasioni, cadute accidentali di oggetti è parte integrante del prodotto e, anche se fastidioso, deve essere visto come normale sviluppo del ciclo di vita del pavimento.

p-574-315_12.jpg

3- Il pavimento in resina non è esente dai segni del tempo sono più evidenti su pavimenti cromaticamente uniformi e lucidi, in quanto le piccole imperfezioni tendono a risaltare mentre vengono mascherate meglio in un pavimento spatolato e opaco.

4- Naturalmente le zone più trafficate (pedate delle scale, zona ingresso)sono più soggette a un precoce invecchiamento rispetto a zone a basso traffico.

5- L'azione di ripristino fisico del pavimento rivestito in resina è un'azione che viene richiesta raramente, e solo quando risulta gravemente compromesso da aggressioni chimico/fisiche considerevoli.